Skip to content

VYVOD-IZ-ZAPOJA.INFO

Vyvod-iz-zapoja.info

Museo archeologico napoli visite virtuale scaricare


Visite. Il Museo è tra i più antichi e importanti al mondo per ricchezza e unicità del Museo Archeologico Nazionale di Napoli 2 tour nella realtà virtuale. Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, uno dei primi costituiti in Europa in un monumentale palazzo seicentesco tra la fine del Settecento. Una visita virtuale al Museo Archeologico Nazionale d'Abruzzo - Villa Frigerj Chieti scultorea dell'Anfiteatro Campano, oggi al Museo Archeologico di Napoli. Scarica le istruzioni e costruisci anche tu una capanna di epoca villanoviana! MOSTRE ED EVENTI · Brochure · Musei partner · News · Obvia eventi · Obvia partner · Organigramma · ORGANIZZA LA TUA VISITA · Famiglia e bambini. Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli è il primo museo al mondo Scarica la colonna sonora di Father and Son obiettivi fondanti del Piano Strategico: la connessione con il pubblico, sia quello che visita il museo sia quello virtuale.

Nome: museo archeologico napoli visite virtuale scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 18.62 MB

Museo archeologico napoli visite virtuale scaricare

Storia e descrizione[ modifica modifica wikitesto ] La nascita del museo risale al , quando venne firmato il protocollo d'intesa per il restauro dell'ex plesso scolastico Iaccarino, da destinare appunto a sede museale: i lavori iniziarono nel [1] e la struttura venne inaugurata l'8 luglio [2] ; con una superficie di circa cinquemila metri quadrati, suddivisa in tre livelli [3] , nei primi due anni è stato visitato da oltre duecentomila visitatori, diventando il museo più visto della Campania , superando sia quello archeologico nazionale che quello di Capodimonte a Napoli [1].

L'obiettivo principale del museo è quello di far scoprire la realtà della vita quotidiana di tutte quelle città che sorgevano alle falde del Vesuvio e che furono distrutte dalla sua furia eruttiva nel 79 : mancano al suo interno reperti, basando la visita esclusivamente mediante tecniche di ricostruzioni tridimensionali , effetti multisensoriali, libri virtuali, ologrammi e multiproiezioni sincronizzate [4] , per un totale di settanta installazioni [3].

Un tavolo interattivo, coadiuvato da suoni di voci e grida da mercato , illustra gli usi e costumi della popolazione ercolanense, mentre riproduzioni grafiche permettono di osservare la Villa dei Papiri e la sua ricca biblioteca ed il Foro e la Schola Armaturarum di Pompei , ultima sala del museo ad essere inaugurata nel dicembre [5].

La ricostruzione del Teatro di Ercolano , ancora sepolto sotto una coltre di tufo ed esplorato tramite cunicoli in epoca borbonica , è affidata ad un video wall , un sistema audio ad alta definizione ed un modellino in scala [6] : le stesse tecniche vengono utilizzate anche per la ricostruzione delle terme [7] ; in un ambiente tridimensionale, chiamato cave, è possibile osservare la ricostruzione di case e giardini non solo di Pompei ed Ercolano, ma anche di Stabiae , Baia e Capri [8].

Il museo è dotato inoltre di una galleria, di circa millecinquecento metri quadrati, dove oltre allo svolgimento di mostre ed eventi [9] , ospita anche una sala di proiezione con uno schermo di ventisei metri e tecnologia 3D, nella quale viene riprodotta l'eruzione del Vesuvio del 79 , con l'aggiunta di una piattaforma vibrante per la simulazione di terremoti [10]. La struttura si completa con un auditorium di trecento posti, dotato di uno schermo di dieci metri di lunghezza [11].

Alcuni video permetteranno di conoscere meglio i togati del foro e del teatro e i Partendo dai singoli oggetti e Non solo per i bambini e i ragazzi, che ne sono i beneficiari Si tratta di giochi enigmistici tra i più diffusi, riguardanti le tematiche Tante le raffigurazioni pittoriche che hanno raccontato È inoltre possibile di Il Museo nazionale archeologico della Sibaritide attraverso la propria pagina FB Un appassionante viaggio nello spazio e nel In occasione del V centenario della morte, il Museo archeologico nazionale di Crotone lo L'iniziativa, pensata appositamente per promuovere il sito, si avvale dell'indispensabile aiuto dei In queste giornate che trascorriamo nelle nostre case, i libri possono spalancarci orizzonti Attraverso i reperti più significativi propone post La visita virtuale sul sito web istituzionale www.

MUSEI | Appuntamenti virtuali

Alcuni pezzi d'eccezione sono temporaneamente esposti in altre sale o gallerie e possono essere spostati senza preavviso secondo le esigenze di spazio e di movimentazione del Museo. Galleria dei Grandi Maestri: come sopra.

Galleria dei Marmi Colorati: come sopra. Galleria dei Carracci : smantellata. Già nella Sala 8, riproponeva l'allestimento di alcune sculture farnesiane per come esse erano esposte in Palazzo Farnese nella galleria che prende il nome dagli artisti che l'hanno affrescata, la sezione è stata smantellata qualche anno fa e le relative statue trasferite in una parte delle Sale completamente riallestite.

Galleria dei Ritratti Greci o Busti Greci: per molto tempo in deposito, sono state finalmente riesposte al pubblico insieme ad altre sculture farnesiane in un nuovissimo allestimento nelle Sale Collezione dei Grandi Bronzi: smantellata. La maggior parte delle statue sono confluite nella sezione dedicata alla Villa dei Papiri ; quelle rinvenute ad Ercolano che ritraggono imperatori e personaggi diversi della famiglia giulio-claudia sono esposte nell'atrio del museo; tutte le altre statue bronzee da Pompei sono in deposito.

Collezione dei Piccoli Bronzi: smantellata. Alcuni bronzetti sono confluiti nella Villa dei Papiri; per il vasellame bronzeo da Pompei, è stata recentemente allestita una sala apposita; una piccolissima scelta di "piccoli bronzi" è attualmente esposta solo temporaneamente nella sala degli Argenti, in attesa che le argenterie ritornino da un'esposizione all'estero; altre poche cose si possono trovare ai Mosaici-Fauno, e nella sezione Numismatica.

Tutti gli altri bronzetti sono nei depositi. Collezione delle Armi Antiche: smantellata.

Potrebbe piacerti: VIRTUAL DUB SCARICA

Le armi rinvenute nelle tombe cumane sono esposte nella sala dedicata a Cuma nella sezione Preistorica; le armi greche sono confluite nella sezione della Magna Grecia; le armi gladiatorie - esposte nel al primo piano nelle Sale in occasione di una mostra temporanea sui gladiatori - sono nei depositi. Collezione dei Preziosi o degli Ori: smantellata. Le argenterie costituiscono oggi la Collezione degli Argenti esposti nella Sala 89; i gioielli in oro sono suddivisi fra Magna Grecia, Numismatica, e Mosaici-Fauno; la Tazza Farnese è confluita nella Collezione delle Gemme; le laminette auree orfiche nella Sezione Epigrafica.

Altri pezzi sono in deposito. Collezione dei Commestibili: in deposito.

Di recente febbraio erano state allestite quattro sale denominate "Cibi e Sapori dell'area vesuviana": smantellate dopo un paio di anni con la motivazione che "si trattava di un'esposizione temporanea". Era una sezione costituita soprattutto da affreschi, in origine sistemata accanto ai Commestibili.

Oggetto di una recente mostra itinerante "Xenia Pompeiana" , al suo rientro nel fu collocata nella sala 95 situata fra i Vetri ed il Plastico di Pompei, e purtroppo di nuovo smantellata progressivamente negli anni successivi.

Con la riapertura al pubblico degli Affreschi pompeiani, una scelta di nature morte è esposta nella Sala Collezione dei Vasi Dipinti: smantellata. I vasi provenienti da città magnogreche sono confluite nella sezione della Magna Grecia. Altri rinvenuti nelle necropoli di Neapolis sono nella sezione di Napoli Antica.